“Ecco a voi il super classificone!” le schiscette più gettonate dal web!

Per onestà intellettuale ci tengo a dirvi che questa classifica non è basata proprio su nessun sondaggio, non esistono dati certi che queste siano le ricette più usate, ma siamo certi che siano le più cliccate e condivise. Abbiamo trovato quattro piatti da pausa pranzo intramontabili rivisitati e rimodernati da portare in ufficio.


  • Al quarto posto si classifica l'intramontabile panino!
     

Si il panino è all'ultimo posto, ma non c'è da disperare perché pare stia vivendo una vita nuova.

Non più solo salumi e formaggio, ora la fantasia la fa da padrona. Così in rete si trovano ricette come il “Panino con bresaola, avocado e pomodori secchi” di schisciando.com.

In questo caso il pane da prediligere è la baguette. Ecco come si prepara: “Sbucciate l’avocado, tagliatelo a pezzetti e poi schiacciatelo in purè. Unite basilico menta e coriandolo spezzettate a mano, il sale, l’olio e lo yogurt (regolatevi sulla quantità, deve venire cremoso e spalmabile). Completate con un filo d’olio e paprika in polvere.

Componete il panino spalmando su una metà la crema di avocado, poi aggiungete il succo di limone, la bresaola e, infine, i pomodori secchi sott'olio”.

Oltre al contenuto non vi sarà difficile variare tipologia di pane, ai cereali, di semola, all'olio, al burro, con la crosta o senza, al nero di seppia oppure ai carboni.

Il panino cambia aspetto e contenuto, perché la pausa pranzo non può e non deve essere noiosa.

Ma il panino insuperabile a cui nessun italiano può rinunciare è sempre il reverendissimo panino con la frittata.


  • Al terzo posto i più leggeri sandwich.
     

Un tempo era il club sandwich oggi anche lui non se la passa molto bene. Nonostante resista a pic nic e pause pranzo dal 1700 oggi sono la leggerezza e la creatività ad essere premiate e allora anche il sandwich si è dovuto adattare ai tempi.

Un esempio è il “Sandwich sushi” proposto da taste.com. É una soluzione creativa per togliersi lo sfizio degli Huramaki quando non è possibile. Si risolve tutto con del pane in cassetta ben schiacciato, aggiungete il formaggio spalmabile che più preferite, ora potete aggiungere a vostro gusto uno strato di verdure, salumi, tonno oppure salmone. Arrotolate il pane intorno al suo ripieno chiudendolo nella pellicola e riponete in frigo per qualche ora, L'ultimo passo è affettare il vostro sushi e riporlo nella schiscetta.


  • Al secondo posto la pasta.
     

Nella schiscetta all'italiana la pasta, almeno una volta alla settimana, non può certamente mancare!

Certo ci sono i tradizionalisti, che la riscaldano in ufficio, così da poter avere la classica pasta che mangerebbero a casa. Ci sono quelli poco fantasiosi, che si nascondono dietro la scusa del “non avevo tempo!”, e portano con se i resti di pasta del giorno prima.

Poi ci sono le insalate di pasta. E qui bisogna essere bravi, perché nulla può rovinare un pranzo come un'insalata di pasta venuta male!

Sul web le insalate di pasta sono tantissima ma quella che ci ha stupito di più è “L'insalata di pasta alla carbonara” di schisciando.com. Eccovi la ricetta: “Fate bollire la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e lasciatela raffreddare. In una padella antiaderente saltate la pancetta affumicata senza grassi aggiunti e scolatela in un piattino. Preparate un uovo strapazzato aggiungendo una manciata di parmigiano e lasciatelo raffreddare. In una ciotola o in una schiscetta, mettete la pasta fredda, l'uovo strapazzato a straccetti, la pancetta con il suo grasso e le scaglie di parmigiano, condite con olio extravergine di oliva, pepe nero e sale”.


  • E al primo posto.... rullo di tamburiii.....siate fantasiosi!
     

Insalate con pollo o salmone, accompagnati da farro, o orzo perlato, ma anche dal riso, ah già potreste usare anche il grano, oppure tutti insieme! Un misto di cereali fa sempre il suo effetto. Poi c'è il cous cous e per i più avvezzi la quinoa, con i gamberetti, oppure con le uova di lombo, ma anche con le zucchine appena saltate.

Poi ci sono le focacce fatte in casa, quelle ripiene di verdura o impastate con la verdura, che sul web possono diventare muffin, plumcake salati.

Al primo posto ci sono anche le polpette e gli hamburger, di carne o di qualsiasi cosa il mondo vegano possa immaginare.

Ma sopra a tutte la ricetta più innovativa è di unavnelpiatto che propone “L'insalata di polenta”, un modo innovativo di riciclare gli avanzi.

Ecco la ricetta: “tegliate la polenta a dadini e abbrustolita in padella, poi condita con cipolla rossa, fagioli cannellini, olive, sedano, pomodori... insomma quello che vi suggerisce la vostra fantasia”.

E comunque si sa che la ricetta migliore è mangiare insieme, perché “Chi non schiscia in compagnia..”.