ingredienti per 2 persone

 

160g di spaghetti al farro BIO

4 uova

50g di salsa al tartufo bianco

sale

pepe

200g formaggio spalmabile (nella ricetta è stato usato il philadelphia light)

2 tazzine di acqua

30g di prezzemolo

il succo di mezzo limone

6 cucchiai di olio evo Terre d'Otranto

250 g di tarantello di tonno

 

La carbonara di tonno è una ricetta molto semplice e gustosa.

 

Come prima cosa andiamo a fare la sfoglia di uovo al tartufo:

rompiamo e sbattiamo 3 uova intere con i 50g di salsa al tartufo ed un pizzico di sale ( la salsa è abbastanza sapida non esageriamo con il sale).

Una volta ottenuto un composto omogeneo senza grumi andiamo a versarlo in una padella abbastanza larga, la sfoglia non deve superare i 2 mm di altezza. Una volta che avrà raggiunto un colore dorato bruno da entrambe i lati la lasciamo riposare.

 

Per il pesto di prezzemolo,

invece di mettere il prezzemolo tritato andremo a fare un pesto che aumenterà l'incisività del prezzemolo sul piatto con un contrasto aspro sul dolce dell'uovo e del formaggio morbido.

Quindi andiamo a pestare nel mortaio il prezzemolo aggiungendo volta per volta tutto il limone e l'olio qb e se volete rendere la ricetta ancora più sfiziosa dei pinoli.

Una volta ottenuto un composto con la solita consistenza di un pesto lo lasciamo riposare in frigo coperte.

 

Il condimento uovo e formaggio.

 

Andiamo ad ammorbidire il formaggio con l'acqua, creeremo così una crema a cui aggiungere l'uovo, un pizzico di sale e uno di pepe.

 

Una volta lessata la pasta in acqua salata andiamo ad aggiungerci il tarantello di tonno spezzettato in scaglie e l'uovo, consiglio di fare questo procedimento nella pentola di cottura della pasta per sfruttare il calore degli spaghetti e della pentola per cuocere velocemente l'uovo, mischiamo il tutto sino a che non vedremo la formazione dei primi grumi sugli spaghetti.

Ora possiamo impiattare.

Un quadro di frittata come base, la pasta sopra e una cucchiaiata generosa di pesto ed il piatto è fatto.

Un bianco floreale fermo fresco e vi auguro buon appetito.

S.